I fratelli Roda, compositori di giardini

LUOGO: Racconigi, sotterranei delle Serre de Le Margarie del Castello Reale Articolo tratto da "La Stampa" La Stampa-Nord Ovest , 25 settembre 2005 <>: e' il titolo della mostra inaugurata venerdi' sera, nel seminterrato delle serre, alle Margarie del castello di Racconigi. Il suggestivo allestimento del Progetto Cantoregi di Vincenzo Gamna e Koji Mjiazaky narra l'affascinante vita di Giuseppe e Marcellino Roda, due fratelli racconigesi, diventati da figli del giardiniere di corte ad architetti di giardini, direttori del parco del castello di Racconigi all'epoca del re Carlo Alberto, scrittori di trattati di orticoltura e direttori di giornali di botanica e frutticoltura. Nel 1840, i giovani Roda furono inviati dal re in un lungo viaggio d'istruzione, nelle maggiori capitali europee, per apprendere il gusto dell'epoca nel disegnare i giardini. La mostra ripercorre le tappe di quel viaggio, alla ricerca del <>. Sotto le serre, le antiche volte disegnano una sorta di antro, in cui il giardiniere appare al visitatore nella sua doppia natura: tecnico dotato di raffinate competenze ed <>, architetto e alchimista, a seconda delle necessita'. Al termine del percorso, segnato da improvvise apparizioni evocative, al visitatore appare il magnifico <>, appena restaurato secondo i disegni originali di Giuseppe Roda (1899). L'inaugurazione della mostra e del giardino e' avvenuta durante il convegno internazionale <>, che si e' concluso ieri pomeriggio, dopo tre giornate di lavori al centro delle Margarie: la mostra rimarra' aperta fino al 30 ottobre. Ieri e' stata visitata dalla principessa Maria Pia di Savoia e dal figlio Sergio di Jugoslavia. Aldo Mano

 

30 anni di Cantoregi